Home Musica Green Day, l’acrobata muore sul palco ma la band non lo sa

Green Day, l’acrobata muore sul palco ma la band non lo sa

378
CONDIVIDI
Green Day

Polemiche in Spagna per la decisione dei Green Day di suonare lo stesso, ieri sera a Madrid, dopo che un acrobata di uno show, che li precedeva sul palco, è caduto ed ha perso la vita.
Lo spettacolo acrobatico era all’interno del festival Mad Cool, anticipava la performance della band americana, che però, dopo il tragico incidente, ha suonato ugualmente, iniziando con trenta minuti di ritardo. L’acrobata morto si chiamava Pedro Aunión Monroy, 42 anni. Un accaduto che ha lasciato grande sgomento nel pubblico accorso all’importante rassegna artistica di Madrid. Billie Joe Armstrong e compagni si sono giustificati dicendo di aver saputo della cosa solo a concerto finito. Gli organizzatori del festival non hanno dato l’annuncio della morte: alcuni degli spettatori presenti hanno appreso la notizia dai social e se ne sono andati.

Monroy
Pedro Aunión Monroy in una foto recente apparsa su Instagram

Il cantante dei Green Day ha scritto un tweet per raccontare la posizione della band.

“Siamo appena scesi dal palco del Mad Cool Festival con notizie sconvolgenti. Un artista molto coraggioso, che si chiama Pedro, ha perso la vita in un tragico incidente.I nostri pensieri e preghiere vanno alla sua famiglia ed ai suoi amici”.

La spiegazione ufficiale dell’organizzazione, sul perché il concerto non sia stato cancellato, è che “La cancellazione non è avvenuta per ragioni di sicurezza”. Ma è una motivazione che ha indignato molto.

Monroy si stava esibendo prima del concerto ma, purtroppo, qualcosa durante la sua esibizione è andato storto e l’acrobata è caduto. Nonostante i soccorsi siano stati tempestivi, per lui non c’è stato nulla da fare.

I Green Day continueranno il loro tour

Nonostante il tragico accaduto che, in qualche modo, li ha visti coinvolti trascinandoli in un turbinio di polemiche nonostante la loro versione raccontata su twitter.

Commenti Facebook
Scheda recensione
Green Day
CONDIVIDI