Home Letture Mamani e la Curandera profetica e guaritrice

Mamani e la Curandera profetica e guaritrice

Mamani con il suo "Profezia della Curandera" regala un libro sul potere delle donne che non scivola nella retorica stereotipata di un femminismo distorto.

331
CONDIVIDI
manami curandera

“La profezia della Curandera” di H. H. Mamani, edito dalla casa editrice Piemme, è un libro che penetra nell’anima, guarendo le ferite provocate dalle insicurezze. Un libro sul potere delle donne che non scivola nella retorica stereotipata di un femminismo distorto e capitalista che vede la donna sullo stesso piano dell’uomo, non una donna come l’uomo, ma una donna che affianca l’uomo, non rinunciando alle sue peculiarità.
Il libro narra la storia di Kantu, giovane ragazza andina che, colpita da un fulmine, scopre una particolare forza interiore alla quale rinuncia per una serie di misfatti. Dopo un amore contrastato e poco felice con Juan, giovane ingegnere bianco, e i suoi ripetuti abbandoni e tradimenti, la ragazza, spinta da Condori, il curandero del suo paese, decide di iniziare un percorso iniziatico di conoscenza del sé. Per questo seguirà la guida di Mama Maru, una curandea donna che le insegnerà il potere recondito dell’anima e la forza interiore dello spirito. Kantu, dopo una serie di prove che la metteranno di fronte alle sue paure, riuscirà a scoprire se stessa e sarà pronta a sfidare Juan, per pretendere da lui un amore univoco e stabile.

H. H. Mamani
H. H. Mamani

I curanderi sono dei guaritori, personaggi tipici dell’America latina che riescono ad interpretare i segni della natura. Gli esseri umani hanno infinite possibilità, detengono un potere immenso, frutto di una scia d’energia che l’uomo moderno non è abituato ad usare. Questo libro, con un sostrato quasi animista, apre il varco dell’indagine interiore attraverso le forze della natura, ci insegna a guarire e a guarirci in un duplice scambio tra natura e umanità che ci riconcilia con il creato e ci indentifica come creature. Kantu, che fino ad ora ha subito le volontà di Juan, per paura di perderlo, acquisisce un potere così grande da ridisegnare i contorni della sua esistenza: non più comparsa, ma protagonista attiva della sua vita.

H.H. Mamani, professore di cultura andina prima in Perù, poi in Europa è perfettamente cosciente del distacco dalla natura a cui l’uomo moderno è andato incontro perdendo il rispetto per il suo ambiente e principalmente per se stesso, per questo auspica una nuova era in cui un’educazione sentimentale debba entrare a far parte dei nuovi percorsi di studio per preparare un nuovo uomo nel III millenio e assicurare la pace, la fratellanza e la giustizia nel mondo bisognerebbe mettere a disposizione delle persone interessate metodi preziosi di educazione che sviluppino la natura umana verso la sua unità, armonia e benessere, mettendo in evidenza la cooperazione, la tolleranza, il rispetto per tutti gli esseri umani e una convivenza armonica con la natura.
Fermamente convinto delle sue idee e profondamente legato all’idea che solo il popolo femminile possa risollevare le sorti del mondo intero, proprio come avveniva nell’antico Perù, il professor H.H. Mamani propone la nascita dell’Università della vita e della pace, ispirata ad un’istituzione andina l’Akllawasi che propugnava lo sviluppo dei valori materiali e spirituali dell’uomo attraverso le donne, detentrici di una sapere autentico e capace di arrivare alle più nascoste sfere dell’umano.

Mamani, attraverso le sua opera, porta avanti un progetto educativo: ci invita a riconquistare un rapporto armonico con la natura e a guardarci dentro. Solo così potremo davvero non darci per vinti, combattendo una guerra ad armi pari con i nostri fantasmi e le nostre paure, perché la vera sfida è sempre dentro di noi. Non saremo sempre soddisfatti, ma potremo star certi di aver scavato nel mare della nostra anima per aggiungere un pezzetto della conoscenza di noi stessi. E non è forse questo lo scopo di questa vita? Un viaggio continuo fatto di peripezie e piste rocambolesche per trovare i tratti salienti dell’essere, per superare limiti e raggiungere obiettivi?

Un libro, questo, che non è solo lettura, ma vera e propria avventura, perché, attraverso le prove e i pensieri di Kantu, ogni donna, ma anche ogni uomo, può ritrovarsi, immedesimarsi e ritrovare la forza per rialzarsi.

La lettura ti ha incuriosito? Clicca qui per acquistare il libro

Commenti Facebook
CONDIVIDI
Teresa Francesca Magarò
Teresa Francesca Magarò insegna Italiano, Latino e Greco, ama il suo lavoro, le relazioni e le persone. Affetta da una strana forma di filantropia, si dedica a tutte le attività umane con trasporto e dedizione. Adora leggere, scrivere e viaggiare.