Home Piccolo Schermo La comunità arcobaleno vista in Non solo un volto

La comunità arcobaleno vista in Non solo un volto

316
CONDIVIDI
non solo un volto

Il 10 luglio 2020 verrà pubblicato online un video reportage intitolato “Non solo Un volto”.

Il video è incentrato su cinque storie della comunità Lgbtq+ cosentina attraverso interviste che raccontano le vite di sette individui.

Il tutto è parallelamente accompagnato da riprese visual dei protagonisti all’interno del contesto cittadino.

Progetto fatto in Calabria

Le riprese si sono svolte nel centro storico di Cosenza presso Palazzo Spadafora a Cosenza, su concessione dell’assessore Alessandra De Rose, e nei luoghi della città più significativi per i protagonisti stessi: Piazza Amendola, Casa Delle Culture – Sede dell’Arci Gay di Cosenza, Villa Vecchia, La Massa e via Arabia.

Obiettivo e protagonisti di Non solo un volto

L’obiettivo del reportage è quello di sensibilizzare la comunità cittadina mettendo in luce queste storie che rappresentano uno spezzato parziale della vasta gamma di identità che caratterizzano l’altrettanta vasta comunità Lgbtq+.

Chi c’è dientro Non solo un volto

Protagonisti di Non solo un volto sono Lavinia Durantini (presidentessa di Arcigay Cosenza), Federico Cerminara (co-fondatore di Arcigay Calabria), Raffaella Bartolomeo ed Eugenia Marasà (mamme di una famiglia arcobaleno), Francesco Paese (personalità queer) e Davide Covello e Luigi Sprovieri (coppia).

Il team del progetto è composto da Mario Gallo (ideatore, executive producer e co-autore), Fabio Abate (director), Alessandra Pulzella (autrice), Carla Monteforte (autrice), Gianluca Gattabria (camera), Francesco Cristiano (camera), Serena Martina (camera), Cecilia Vaccari (fotografia), Marta Bernardo (social media assistant) mentre partner è Rlb Radioattiva.

Commenti Facebook